Idrografia
Home L'Abruzzo Gli Albanesi Villa Badessa Famiglia Gioni

Uniti siamo di pił

Su
Trasporti
Clima
Idrografia
I Monti
Cosa Dicono
Mappa enologica
Itinerari che consiglio
Castelli di Pescara
Castelli dell'Aquila
Castelli di Chieti
Castelli di Teramo

 

Idrografia della regione Abruzzo

L'idrografia abruzzese e' complessa. 

La disposizione delle catene montuose, parallele alla costa, condiziona il decorso dei fiumi. Nei primi tratti questi mantengono un andamento longitudinale, parallelo alle montagne; si aprono poi un varco trasversale attraverso gole strette e profonde e sfociano al mare dopo aver solcato le colline. La rete fluviale e' in parte superficiale e in parte sotterranea poiche' in molte zone i fiumi si inabissano in fessure del terreno per riaffiorare a chilometri di distanza. Quasi tutti sfociano nell'Adriatico, solo il Liri e il Volturno si gettano nel Tirreno. I fiumi piu' importanti nascono dalle catene montuose ed hanno portate consistenti, gli altri - generalmente a corso piu' breve e di scarsa portata - nascono al limite orientale delle montagne. 

         Fra i primi si ricordano:

  •   il Tronto

  •   il Vomano 

  •   l'Aterno-Pescara 

  •   il Sangro 

        Fra i secondi 

  •   il Vibrata 

  •   il Salinello 

  •   il Tordino

  •   il Tavo 

  •   il Foro 

Di questi solo l'Aterno-Pescara, il Sangro e il Trigno superano i 100 chilometri di lunghezza, e solo l'Aterno-Pescara (145 chilometri, al ventesimo posto nella graduatoria dei fiumi italiani) e il Sangro hanno una portata media annua superiore ai 10 mc/sec. alla foce.Per quanto riguarda i laghi, scomparso quello del Fucino, il maggiore e' ora quello di Scanno che, posto a 922 metri di altezza nell'alta valle del Sagittario, fra il monte Genzana e la Montagna Grande, si estende per circa un chilometro quadrato. Gli altri laghi della regione sono tutti molto piccoli, di origine per lo piu' carsica o glaciale. Fra essi si ricordano quello a 1818 metri di altitudine, ai fianchi del monte Greco, di Pantaniello, il gia' citato lago della Duchessa, i numerosi bacini del Gran Sasso. Tra i bacini artificiali, infine, oltre al gia' ricordato lago di Campotosto, si segnalano il lago di Barrea lungo il corso del fiume Sangro, quello di Bomba, sempre sul Sangro, quello del Chiarino alla confluenza del Chiarino nel Vomano.

Ultimo aggiornamento: 18-01-14

Uniti siamo di pił

Webmater Marcello Costa Angeli - mangeli@yahoo.com  - Ultimo aggiornamento: 27-05-14 Copyright © 2001/2/3/4/5/6/7/8/9/10/11/12/13/14